Denti da latte 19 gennaio 2018

Denti da latte: quando cadono e come mantenerli in salute!

Mantenere i denti da latte in piena salute è fondamentale sia per permettere la fisiologica caduta dei denti nei tempi opportuni, sia per favorire il corretto sviluppo della dentatura permanente. Ecco i consigli del dentista!

Denti da latte cariati

La carie dei denti da latte costituisce l’infezione dentale più comune tra i bambini piccoli. È importante valutare uno specifico trattamento di odontoiatria anche quando la carie attacca un dente da latte: la mancanza di cure può infatti anticipare la caduta fisiologica del dente, col rischi di un futuro mal allineamento dentale.

Le cause delle carie nei dentini da latte sono le stesse dei denti degli adulti. Ciò che fa la differenza è la velocità molto maggiore con cui i batteri corrodono lo smalto dei denti da latte.La spiegazione è semplice: i denti da latte, oltre ad avere dimensioni molto ridotte rispetto a quelli permanenti, hanno uno smalto meno mineralizzato; i batteri del cavo orale riescono così a distruggerlo più agevolmente, raggiungendo rapidamente la dentina sottostante.

Il luogo comune da sfatare è la falsa credenza secondo cui i denti da latte cariati non si debbano curare perché comunque destinati alla caduta: un’infezione dentale può anticipare quella che dovrebbe essere la fisiologica caduta del dente da latte, ponendo così le basi per denti storti – o peggio ancora, per una malocclusione dentale.

Età di caduta dei denti da latte

La caduta dei dentini da latte è un fenomeno fisiologico. Non è possibile stabilire con esattezza assoluta quale sia l’età ideale per cui un dentino da latte debba cadere: mentre alcuni bambini perdono il primo all’età di 5 anni, altri mostrano ancora tutti e 20 i denti da latte all’età di 7.

Le età medie in cui i 20 denti da latte iniziano a cadere per dar spazio ai 32 denti permanenti sono queste:

  • Incisivi centrali: 6-8 anni
  • Incisivi laterali: 7-9 anni
  • Canini: 9-12 anni
  • Primi molari (decidui): 10-12 anni
  • Secondi molari (decidui): 10-13 anni

Denti da latte: e se non cadono?

Se a causa di processi cariogeni o traumi i denti da latte vanno incontro ad una caduta anticipata, come già detto, i denti permanenti che nasceranno tendono a subire alterazioni strutturali. Ma se la caduta dei denti da latte viene posticipata oltre il tempo “standard” o non si manifesta? I denti decidui possono ostacolare il corretto sviluppo dei denti permanenti, ponendo le basi per una malocclusione dentale.
Sarà pertanto necessario valutare con il proprio dentista l’iter da seguire, ed eventualmente estrarli chirurgicamente per evitare future anomalie strutturali dei denti.

Esiste anche la possibilità, poco frequente, che i denti permanenti non compaiano nonostante i dentini da latte siano caduti. Il fenomeno è detto anchilosi: i denti permanenti rimangono intrappolati dentro l’osso, e di conseguenza non possono erompere. In tal caso, spesso si rende necessario un piccolo intervento chirurgico.

Per qualsiasi ulteriore informazione in merito alla cura dei dentini, e per prenotare una visita di controllo, non esitate a contattarci: siamo a vostra disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *