Gnatologia

Gnatologia

Gnatologia

Si occupa dello studio del sistema stomatognatico e delle sue patologie, ovvero della fisiologia e patologia di tutti quegli organi o apparati che possono essere collegati all’occlusione dentaria ( i contatti tra i denti delle due arcate sia in una posizione statica, sia nella loro dinamica). Infatti, il sistema stomatognatico è composto da una parte rigida, costituita dai denti e dalle ossa del distretto cranio-maxillo-facciale, e da una parte elastica costituita dai muscoli che muovono i mascellari e il loro sistema nervoso e dalle articolazioni temporo-mandibolari.

Un problema o disfunzione che parte dall’articolazione temporo-mandibolare può manifestarsi con cefalea, dolori cervicali, dolori facciali vicino all’orecchio, blocchi della mandibola, disfagia, vertigini e così via.

La terapia gnatologica consiste nel ristabilire i normali rapporti all’interno dell’apparato stomatognatico. A tale scopo vengono preparati manufatti prevalentemente di resina, chamati bite, che riposizionano la mandibola producendo allo stesso tempo un rilassamento muscolare dei muscoli masticatori e di tutti gli altri muscoli interessati. Questi dispositivi sono utilizzati quando si manifasta il bruxismo, ovvero l’abitudine di stringere, serrare o digrignare i denti durante il sonno a causa di una contrazione della muscolatura masticatoria dovuta allo stress, che  oltre ad usurare i denti comporta dolori cervicali e cefalee.